VITA DI PI – MINI RECENSIONE

Il giovane Pi Patel, ragazzo indiano con una forte spiritualità, perde tutto ciò che ha, durante un naufragio. Riuscito salvarsi su una scialuppa, si troverà a lottare per la sopravvivenza in mare dovendo fare i conti con una tigre del Bengala che è riuscita a salire a bordo assieme a lui.

Vita di Pi, tenendo lo spettatore incollato allo schermo per l’appassionante lotta per la vita, ci racconta una grande storia di fede e di ricerca di spiritualità; un inno alla bellezza della vita per quanto possa essere colma di sofferenze. L’interazione con la tigre, non scade mai in facili clichè in cui l’animale è più umano dell’uomo, ma risulta credibile e ben gestita.

Ang Lee, adatta l’omonimo libro con grande maestria e chiarezza della sua visione (per molti era una trasposizione impossibile). Incredibile e sentita l’interpretazione dell’allora esordiente Suraj Sharma. Il film è un tripudio di effetti che hanno permesso sequenze altrimenti irrealizzabili e scenari onirici mozzafiato. Nominato a 11 premi oscar ne ha vinti 4 (Miglior Regia, Fotografia, Effetti Speciali e Colonna Sonora).

 

Foppia90

 

Pagina DRAMMATICO AVVENTURA

Pagina MINI RECE FILM

TUTTE LE RECENSIONI

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

4 pensieri su “VITA DI PI – MINI RECENSIONE

    1. Davvero! Riuscii a vederlo in 3D, me lo ero perso ma lo riamandarono in sala dopo gli Oscar, Indimenticabile! Avrei anche una recensione integrale che prima o poi pubblicherò! 💪🏻💪🏻

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...